Archivi tag: dimensione media peni

pene

Misure del pene sempre più piccole, anche per gli italiani

peneLe misure del pene degli italiani non sono più quelle di una volta. Sembra una frase bizzarra, ma è da prendere sul serio. Purtroppo.

Secondo alcune ricerche, infatti, risulta che le dimensioni del pene si stanno riducendo, in Europa, ma anche e soprattutto in Italia.

Ecco perché. Il sito Sex and Rome ha riportato i risultati di uno studio pubblicato su TheyFit, sito specializzato nella vendita di preservativi. Il personale esperto che si è occupato della vicenda ha confrontato la misura del pene in erezione di un inglese 10 anni fa, con quella di un uomo di oggi. La differenza? Circa 2 centimetri e mezzo. Dieci anni fa, infatti, il pene avrebbe misurava 15,4 cm, oggi ne misura soltanto 12,95.

Ok, potrete dire voi, è una ricerca che riguarda solo gli inglesi, noi italiani non veniamo menzionati, quindi non ci riguarda. Ed è qui che casca l’asino!

Lo scorso anno, l’Università di Padova ha condotto una ricerca analoga arrivando a dei risultati ancora più terribili: il pene dell’italiano medio si è ridotto del 10%.

Sembra che i maggiori responsabili della cosa siano gli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera. Oltre, naturalmente, ai cambiamenti climatici in grado di incidere sul sistema endocrino dell’uomo.

A livello globale, i più dotati rimangono gli africani – certo, loro partono avvantaggiati però! – mentre a chiudere la classifica sarebbero gli asiatici.

I peni dei maschi italiani continuano discretamente a difendersi, con una media di 15,7 centimetri di lunghezza. Non male, ma potremmo fare di più! Siamo infatti sesti nella classifica globale, ma primi nel primato europeo.

Quando si dice che il rispetto per l’ambiente e per la natura è importante non si scherza mica…Se continueremo così, rischieremo veramente grosso…o lungo, che dir si voglia!

Voi che cosa ne pensate? Siete preoccupati?

Se hai trovato interessante questo articolo, oppure vuoi insultarci perché l’hai trovato scadente, puoi venirci a trovare sulle nostre pagine social: facebook e twitter.

(Foto: Eric Molina)